Tema

CrashTest avrà quest'anno il titolo: DOMINO. Il gioco del potere.

Da sempre il teatro si occupa delle relazioni tra gli uomini, soprattutto quando impari, ingiuste, disumane. La letteratura abbonda di re in errore da Edipo a Macbeth, da Creonte a Caligola, da Ubu a Riccardo III ad Arturo Ui, il re dei cavolfiori di Chicago. Tuttavia la realtà presenta in merito una letteratura ancor più vivida e preoccupante. Si credeva che il gioco dei ruoli, le maschere, la finzione pertenessero al teatro, ma non è così. Nelle stanze dei bottoni si gioca, a qualsiasi costo, senza troppo badarci; si muovono pedine, si nascondono assi, si uccidono alfieri. Che cosa resta al teatro ora che il gioco e la finzione sono appannaggio della realtà? Rimangono la verità, l'onestà, la necessità intellettuale e l'urgenza civile di smascherare, di rilevare, di mostrare, come in un rito collettivo, tutte le illusioni e le strategie, tutto il marcio che c'è in ogni Danimarca e la peste che ha colpito le mille Tebe in cui abitiamo. Ma forse il teatro ha ancora un potere: quello di giocare la sua partita con il mondo prima che sia troppo tardi per vincere.

 

 

Le attività proposte e gli spettacoli in gara avranno in comune questo tema.